Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione e per fornire pubblicità personalizzata. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video, i pulsanti sociali e la pubblicità.

Leggi l'informativa privacy e cookie

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Puoi modificare questa scelta.

Per ripristinare il sito utilizzando il file di backup ( .jpa o .zip) creato con Akeeba Backup, è necessario innanzitutto scaricare tale file sul computer. Nel caso ci fossero difficoltà a scaricare il file dal pannello di controllo, lo si può prelevare via Ftp dalla seguente cartella:

/administrator/components/com_akeeba/backup/  

Verifichiamo che il pacchetto compresso sia esente da errori, usando il programma Akeeba Extract Wizard, che troviamo sempre nel sito dello sviluppatore. Fatto ciò, carichiamo il pacchetto, senza decomprimerlo, nello spazio web dove si vuole effettuare il ripristino. Ovviamente si suppone che lo spazio web sia vuoto, come anche le tabelle del database, mentre il database deve essere già configurato.
Carichiamo nella stessa cartella anche il contenuto del file Kickstart, cioè kickstart.php e il file di lingua italiana, che troviamo nel sito dello sviluppatore del componente. Adesso puntiamo il browser al file kickstart.php.

www.miosito.it/kickstart.php

In questo modo viene avviato lo script per il ripristino del sito. Nella prima schermata vi sono degli avvertimenti. Per proseguire dobbiamo cliccare sul link in basso.

Akeeba Kickstart

Da qui si avvia il vero processo di ripristino del sito. Nella schermata successiva è possibile selezionare il file che contiene il sito da ripristinare, nel caso ve ne fossero più di uno, e impostare i parametri del ripristino.

Akeeba Kickstart: selezione parametri

In genere è sufficiente lasciare i parametri predefiniti. Nel caso la cartella di destinazione non sia scrivibile si possono compiere le operazioni di copia file via FTP, per cui si dovrà selezionare Use FTP come extraction Method ed inserire host FTP, nome utente, password e cartella di destinazione.
Cliccando su Start viene avviato il processo di estrazione dei file, che può anche essere piuttosto lungo come tempi. Come paragone tenete presente che una installazione di base di Joomla! è di oltre 4200 file per circa 13 MB.

Akeeba Kickstart: avanzamento del processo di ripristino

Al termine dell’estrazione dei file viene presentata la schermata dove effettuare il vero e proprio ripristino del sito.

Akeeba Kickstart: run the installer

Cliccando su Run the installer viene avviato lo script.
Si apre un’altra finestra nel browser (NON chiudete la precedente finestra) dove vengono visualizzate delle informazioni. Se tutto è in verde il programma potrà continuare l’operazione di ripristino, se vi sono errori in rosso è probabile che il ripristino fallirà. Se gli errori riguardano file o cartelle dichiarate non scrivibile, si può risolvere impostando manualmente, con il programma Ftp, i permessi a 777.
In alcuni casi si possono avere degli avvertimenti che però non incidono sull’operazione.

Akeeba Kickstart: system check

Cliccando su Next in alto a destra si prosegue l’operazione. La schermata successiva invita ad inserire i dati del database, che deve essere già stato creato, ovviamente.

Akeeba Kickstart: DB restore

In questa schermata possiamo anche scegliere se cancellare le tabelle del database, nel caso ci fossero già elementi in esse, o di farne un backup. Possiamo anche selezionare un prefisso per il database, come fossimo nella fase di prima installazione di Joomla!.
Cliccando su Next in alto si avvia il ripristino del database.

Akeeba Kickstart: ripristino database completato

Clicchiamo su OK per proseguire. Nella schermata successiva vengono visualizzate le informazioni di base del sito.

Akeeba Kickstart: site info

In genere è sufficiente lasciare tutto come sta e cliccare nuovamente su Next. Se tutto è andato bene, a questo punto otteniamo la schermata finale che ci avverte del completamento dell’operazione di ripristino.

Akeeba Kickstart: restore completo

Prima di procedere oltre dobbiamo cancellare la cartella Installation oppure, meglio, farne una copia sul nostro computer e poi rimuoverla dal server.
Possiamo, quindi, chiudere questa finestra e ritornare alla finestra precedente, dove dovremo cliccare su Clean Up.

Akeeba Kickstart: procedura completa

E la procedura è completa.

Teniamo presente che Kickstart potrebbe non funzionare sui server con Safe Mode On oppure se la cartella principale non è scrivibile. In questo caso è necessario decomprimere l’archivio del backup e trasferire il contenuto nella cartella di destinazione con un programma FTP e procedere come se si stesse installando Joomla! da zero. Quindi puntiamo il browser al seguente indirizzo:

http://www.miosito.it/installation/index.php

Da questo punto in poi la procedura è la medesima descritta sopra.

Infine, è importante tenere presente che alcuni componenti (ad esempio Docman) usano un path assoluto e non relativo, per cui se usate Akeeba Backup (o componenti simili) per spostare il vostro sito su un diverso spazio web, dovete modificare questo path facendolo puntare al nuovo spazio web, altrimenti il componente non funzionerà più.