Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione e per fornire pubblicità personalizzata. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video, i pulsanti sociali e la pubblicità.

Leggi l'informativa privacy e cookie

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Puoi modificare questa scelta.

L’uso di un componente di riscrittura degli Url per un sito Joomla! è decisamente raccomandato, non solo per renderli più comprensibili sia ai visitatori che ai motori di ricerca, ma anche per motivi di sicurezza, poiché col SEF attivato non vengono visualizzati i veri indirizzi delle pagine celati dagli Url prodotte dal SEF medesimo, e di conseguenza gli attacchi hacker sono più difficili da attuare.
Sh404sef è un ottimo componente per riscrivere gli Url di Joomla!, e fornisce anche una adeguata protezione dai più comuni attacchi (cross-site, flooding, ecc…) al sito, purtroppo è a pagamento.
Lo si può scaricare dal sito dello sviluppatore Anything-Digital, dove si trova anche la documentazione e il supporto.

Una volta installato il componente, otteniamo la schermata di conferma della corretta installazione. Leggiamo accuratamente le istruzioni a video, eventualmente anche quelle sul sito dello sviluppatore, e poi proseguiamo.

sh404sef Menu

Cliccando sulla voce sh404SEF nel menu Componenti raggiungiamo il pannello di controllo di sh404SEF.

sh404sef Pannello di controllo

Per attivare il componente è sufficiente selezionare Si alla voce Enable URL Optimization nella scheda Quick Start.
Nel contempo dobbiamo scegliere se utilizzare la modalità Con .htaccess (mod_rewrite) o senza. Ovviamente per poter utilizzare la prima dobbiamo aver già attivato il mod rewrite e quindi rinominato l’apposito file htaccess.txt, posto nella cartella principale di Joomla!, in .htaccess.
Il vantaggio di tale modalità sta nel fatto che l’uso del mod rewrite impedisce l’inserimento di /index.php/ all’interno degli Url, ottenendo degli Url decisamente più leggibili.
Selezioniamo anche Activate security functions, e poi clicchiamo sul pulsante Start!, quello in basso a forma di floppy.

sh404sef2 Attiva il componente

Fatto ciò dovremmo avere già Url ottimizzati.

Url ottimizzati

Se il sito è composto da molte pagine può occorrere qualche secondo per la creazione di tutti gli Url ottimizzati, per cui potremmo inzialmente ottenere un errore se navighiamo nel sito. Un ottimo sistema per accelerare la riscrittura di tutti gli Url in un sito con molte pagine, ed evitare la visualizzazione di pagine con errore 404 nel frattempo, è quello di cliccare la mappa del sito, se presente, oppure navigare il sito partendo dalla home e scendendo nella gerarchia delle pagine. Ad esempio si clicca prima sulla Home, poi su Notizie, così si ricreano gli Url della sezione Notizie, e così via.

Configurazione
Il pannello Configuration consente di svolgere numerose funzioni.
In Configurazione di sh404SEF possiamo selezionare se gli Url devono essere tutti in caratteri minuscoli, ed impostare il suffisso delle pagine (usualmente hmtl).
Nella scheda Lingue può essere utile sostituire il testo da aggiungere alle pagine multiple, da Page a Pagina (o pagina se preferite).

sh404sef Pannello di configurazione

Nella scheda Avanzato troviamo i parametri per la cache del componente.

sh404sef Cache

Attivare la cache vuol dire che il componente salva gli url in un file sul server, così il loro recupero è più veloce rispetto al recupero dal database, e il tempo di caricamento delle pagine più celere. Come valore predefinito è fissato 1 MB, cioè una cache che può contenere circa 5000 Url. Se il sito ha un numero di pagine maggiore conviene aumentare il valore indicato. Teniamo presente che il numero degli url può essere verificato nella pagina del pannello di controllo, nella scheda Access and urls stats del pannello informativo.
Ad ogni modifica dei parametri del componente corrisponde una modifica degli url. Per visualizzare, però, i nuovi indirizzi è necessario rimuovere (purge) i vecchi, cliccando appunto sul pulsante Purge nel pannello URL manager. Ovviamente anche in tale caso per ricreare tutti gli url può occorrere qualche secondo.

Sempre nella scheda Avanzato troviamo i parametri per la gestione avanzata del componente:
 
301 reindirizzamento da non-sef a sef URL: se attivato i vecchi Url di Joomla! vengono diretti verso i nuovi automaticamente e permanentemente, tramite l’utilizzo dell’errore 301.
301 reindirizzamento da JOOMLA SEF a sh404SEF: se sono già stati creati Url Sef da Joomla!, vengono diretti verso i nuovi Url Sef del componente. Questo parametro può causare problemi, quindi conviene mantenerlo disattivato a meno che non sia realmente necessario.
301 reindirizzamento www/non-www: questo parametro attivo effettua un redirezionamento se il sito viene raggiunto inserendo www e il sito non ha il www iniziale, o viceversa. Previene penalizzazioni per il contenuto duplicato.
301 redirect url to correct case: questa opzione effettua un reindirizzamento da Url a caratteri maiuscoli a quelli con caratteri minuscoli e viceversa.
registra errori 404: registrando gli errori 404 si può verificare se vi sono Url errati nel sito. Una volta completata la verifica conviene disabilitare il paramentro, a meno che il sito non presenti di continuo nuovi contenuti.

Per l’aggiornamento del componente è sufficiente installare il nuovo componente senza rimuovere il vecchio, non serve altro. Nel caso invece si rendesse necessario disintallare il vecchio componente, è importante che le voci Aggiorna configurazione siano tutte poste su Si.

sh404sef Aggiorna componente

In questo modo il componente può essere tranquillamente disinstallato senza però perdere gli url che verranno conservati nel database, così installando il componente aggiornato gli url vengono recuperati e riutilizzati.

Nella Scheda Per componente è possibile forzare sh404SEF a saltare alcuni componenti nella creazione delle Url Sef. Questo può rendersi necessario se attivare il Sef per qualche componente crea problemi al sito. Ovviamente in questo caso gli Url non saranno ottimizzati per quel componente.
Il parametro della quarta colonna permette di utilizzare dei plugin specifici per il singolo componente installato in Joomla!, invece che consentire a sh404SEF di creare gli Url in proprio.

Nella scheda Extensions configuration si possono stabilire le caratteristiche degli Url generati dai vari componenti inseriti in Joomla!.
Seo configuration consente la gestione dei metatag di Joomla!.
Analytics configuration permette di visualizzare i report di Google Analytics all’interno del componente.
Security configuration consente di attivare e gestire le funzioni di sicurezza, che sono attive di default.

Una funzione molto utile che troviamo nella scheda Configuration è quella che consente di editare la pagina di errore 404, cliccando su Error page configuration.
Con tale funzione è possibile selezionare una pagina creata appositamente verso la quale direzionare gli utenti in caso di errore nell’indicazione di una url, oppure editare la pagina standard di errore 404. quindi, ogni volta che per qualche motivo un contenuto richiesto da un utente non viene trovato nel sito, invece della classica pagina di errore 404 visualizzata dal server, avremo la visualizzazione di una pagina personalizzata perfettamente integrata nel sito, in modo da ridurre al minimo la possibilità di perdere visitatori per errori tipografici o per link errati.

sh404sef Pagina personalizzata di errore-404

Management
Il pannello di gestione (Management) consente di gestire gli Url generati dal componente.

sh404sef Pannello management

Tramite questo pannello si possono modificare gli Url creati dal componente, realizzandone in sostituzione altri più utili ai nostri scopi, oppure si possono scegliere degli alias per gli Url, cioè degli indirizzi che consentono di redirezionare i visitatori da una pagina non più esistente ad una presente nel sito.

Per modificare un Url è sufficiente selezionarlo e poi cliccare sull’icona Modifica in alto a destra, inserendo al posto del vecchio Url quello da noi preferito.
Nel caso di componenti non gestiti direttamente da sh404Sef, basta recuperare l’Url generato da Joomla!, che in genere si trova nella voce di menu, nel campo Link.

sh404sef Link da modificare

Questo Url va inserito nel pannello di sh404Sef, l’URL manager, cliccando su Nuovo e costruendo l’url che più ci aggrada, in genere del tipo che si vede nella figura sotto. Gli url devono essere relativi, quindi non deve essere inserito tutto l’indirizzo (tipo: www.brunosaetta.it/meteo.html), ma solo la parte finale (quindi: meteo.html) senza lo slash ( / ). Il vecchio Url deve iniziare con index.php.

sh404sef Modifica di un url

La scheda 404 request manager consente di visualizzare quali url inseriti dagli utenti hanno generato un errore 404, cioè “pagina non trovata”. Tenendo sempre presente che il componente da la possibilità di editare la pagina di errore 404 al fine di direzionare l’utente ad altri contenuti oppure alla home, è utile verificare questi url al fine di capire se vi sono errori nei titoli delle pagine, se ci sono contenuti aggiornati con nuovo titolo, e così via. In tali casi può essere utile editare, col solito sistema, l’url che ha portato all’errore 404.
Se invece questi url non sono rilevanti, o risultano dei normali errori tipografici, è possibile cancellarli per liberare spazio nel database di Joomla!.

Metatag
Sh404SEF consente anche di editare i TAG dei contenuti. Per fare ciò è necessario attivare l’apposita funzione dalla scheda SEO configuration del pannello di controllo.

sh404sef Gestione metatag

In tal modo la gestione dei metatag viene presa in carico dal componente che si sostituisce a Joomla!.
Come valore predefinito vengono utilizzati i tags inseriti negli articoli di Joomla!, ma eventuali valori inseriti nella scheda Title and metas manager (raggiungibile anche da META tags nel pannello Management) sovrascrivono i tags inseriti negli articoli. Per inserire i Tag nella Home page vi è un’icona apposita in alto a destra. In realtà non c’è differenza tra l’utilizzare i tag inseriti direttamente negli articoli di Joomla!, oppure quelli inseriti all’interno del pannello del componente di riscrittura degli Url, l’importante è inserire tag per tutti i contenuti da posizionare sui motori di ricerca.
Il tag Titolo è particolarmente importante perché è la prima cosa che viene letta dai motori di ricerca, ed è quindi consigliabile contenga la keyword principale dell’articolo.

Rimuovi Joomla Generator tag: consente di rimuovere da tutte le pagine di Joomla! il tag che identifica l’applicazione utilizzata per la realizzazione del sito (cioè Joomla!). In pratica viene rimossa dal codice del sito la linea:

<meta name=”generator” content=”Joomla! 1.5 – Open Source Content Management” />

Ovviamente tale modifica è consentita dalla licenza di Joomla!.
Inserisci tags H1: consente di racchiudere i titoli degli articoli tra i TAG H1, operazione rilevante per i motori di ricerca al fine di distinguere il titolo dal resto del contenuto. Le caratteristiche di visualizzazione del titolo dipendono dalla classe H1 presente nel CSS del template in uso. Se non è presente tale classe, potrebbe essere utile duplicare la classe contentheading e rinominarla in H1, poiché è la classe che normalmente si occupa di dare uno stile di visualizzazione ai titoli.
Cambia H1 multipli in H2: nel caso in cui il titolo fosse seguito da uno o più sottotitoli è essenziale che siano distinti dal titolo principale, appunto inserendoli tra tag H2, H3, ecc….
Inserisci titolo nei links Leggi tutto….: questo parametro consente di aggiungere, se presente, al link Leggi tutto…. il titolo del contenuto.
Inserisci simbolo accanto ai link esterni: consente di mostrare una piccola icona (selezionabile tra quelle del parametro successivo) accanto a parole che contengono un link verso un altro sito.

Ed infine, se vogliamo caricare dei plugin, che consentono a questo componente di gestire adeguatamente gli url di altri componenti o moduli non gestiti originariamente, è sufficiente caricare il plugin nella seguente cartella: components/com_sh404sef/sef_ext/