Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione e per fornire pubblicità personalizzata. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video, i pulsanti sociali e la pubblicità.

Leggi l'informativa privacy e cookie

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Puoi modificare questa scelta.

Anche se molte persone preferiscono prima creare il sito in locale e poi trasferirlo in remoto, installare Joomla! direttamente in remoto è utile in quanto la configurazione locale e quella remota non saranno mai esattamente coincidenti, per cui potrebbe comunque accadere che qualcosa che funziona in locale non funzioni in remoto, e viceversa.

Procediamo quindi con l’installazione in remoto. Ovviamente ogni servizio di hosting ha le sue caratteristiche, per cui è necessario verificare le istruzioni fornite dall’hosting per poter configurare correttamente lo spazio web e procedere con l’installazione di Joomla!. Ciò che occorre è attivare l’account e poi un database MySql per Joomla!, operazioni che potrebbero differire da hosting ad hosting. 

In realtà l’installazione di Joomla! è sostanzialmente uguale o quasi in tutti gli spazi web, per cui spesso non occorrerà fare alcuna modifica.


Registrazione account

Il primo passo per ottenere uno spazio web è, quindi, registrare un account presso l’hosting da noi scelto, ovviamente attenendoci alle sue istruzioni. Noi useremo Altervista, in quanto è uno dei più usati in Italia ed è perfettamente compatibile con Joomla!, anche se vi sono tantissimi servizi di hosting che consentono il funzionamento di Joomla! senza problemi. 

Cliccando su Crea il tuo sito web gratis e seguendo le istruzioni attiviamo un account che ci consente di disporre di uno spazio web con le caratteristiche richieste da Joomla!. Segniamoci accuratamente tutti i riferimenti (user, password, account FTP…) che ci vengono forniti al momento dell’iscrizione, perché saranno necessari in seguito per la realizzazione del sito.
Una volta registrati, entriamo nel nostro pannello di controllo passando dalla pagina principale di Altervista, clicchiamo su Accedi al pannello di controllo nel box sulla destra in alto, e poi inseriamo user e password. Si aprirà una finestra dove è visualizzato il nostro pannello di controllo. 

Attivazione database MySql
Un sito Joomla! per poter funzionare ha bisogno di un database dove mantenere i contenuti. Uno dei più usati è il database MySql.
L’attivazione dipende ovviamente dall’hosting di cui ci serviamo. Per Altervista dobbiamo andare nel pannello di controllo e cliccare su Risorse e Upgrade nel menu Altersito, dove attiveremo un database MySql almeno di classe 2 (è preferibile almeno la 3 però, per un funzionamento decente del sito).  

Database in Altervista
Clicchiamo in fondo alla pagina su Conferma per creare il database. Segniamoci le informazioni (hostname, user, password e nome database) che ci vengono fornite, poiché dovremo inserirle durante le fasi di installazione di Joomla.

Trasferimento dei file 
Per installare Joomla! si devono caricare nello spazio web i file che compongono il pacchetto. Prima di tutto cancelliamo eventuali file che fossero già presenti nel nostro spazio web, in particolare verifichiamo che non siano presenti file index.html, poiché questi vengono caricati dal browser prima di quelli index.php, che sono propri di Joomla!, anche se poi alcuni hosting consentono di invertire questo ordine.
Scarichiamo, quindi, l’ultima versione di Joomla!, dalla sezione sezione Download di Joomla.it, in tal modo avremo il software già tradotto in italiano.

Joomla.it - Download di Joomla!
Estraiamo tutto il contenuto del file Zip in una cartella sul nostro PC, ad esempio joomlapc, e carichiamo tutti i file così come si trovano, comprese le sottocartelle (quindi l’intera struttura di cartelle), usando il file manager dello spazio web oppure, meglio, un programma FTP come Filezilla.
Quindi, usando Filezilla, nel box di sinistra, dove dice Sito Locale, selezioniamo la cartella dove abbiamo estratto i file di Joomla!, e trasciniamo tutti i file e le sottodirectory nel box di destra, Sito Remoto. È importante selezionare i file all’interno della cartella dove è stato decompresso il pacchetto Joomla!, non la cartella direttamente, altrimenti ci ritroveremo Joomla! in una sottocartella dello spazio web.
Partirà immediatamente la copia dei file. Attendiamo il tempo necessario che si completi l’operazione che può durare anche parecchio, a seconda della velocità della connessione. Come riferimento ricordiamo che Joomla! consta di oltre 4.000 file per un totale di circa 16 Mb.
Alla fine avremo tutti i file di Joomla! nel nostro spazio web.

File di Joomla nello spazio web

Installazione di Joomla!

A questo punto possiamo procedere con l’installazione vera e propria. Inseriamo nel browser l’indirizzo della pagina del sito, che è del tipo: http://miosito.it oppure http://miosito.it/joomla nel caso avessimo caricato Joomla! in una sottocartella. Ovviamente  .it è l’estensione del dominio, che può essere diversa a seconda delle scelte, tipo org o com.

Viene quindi visualizzata la prima schermata del processo di installazione di Joomla! dove dobbiamo scegliere la lingua da utilizzare. Se non appare può essere perchè abbiamo dimenticato di cancellare i file già presenti nello spazio web, oppure non abbiamo caricato correttamente i file di di Joomla!. In questo caso conviene cancellare tutto e ripetere le operazioni da capo.

Installazione Joomla - fase 1

Selezioniamo, quindi, Italian (Italy), se non è già selezionato, e clicchiamo su Avanti, in alto a destra, tenendo presente che dopo aver installato Joomla! è sempre possibile installare nuovi pacchetti lingua. La lingua selezionata in questa fase, infatti, riguarda solo il processo di installazione, mentre la lingua del sito dipende dalla versione di Joomla! scaricata. Quella recuperata da joomla.it è interamente tradotta in italiano. Ovviamente la versione di Joomla! che stiamo installando potrebbe avere un numero diverso, poiché nel frattempo sono uscite revisioni od aggiornamenti, e potrebbe visualizzare un numero di pacchetti lingua maggiore rispetto a quanto visualizzato nell’immagine. L’importante è che vi sia l’italiano.

Nella seconda schermata abbiamo i Controlli pre-installazione, dove il programma verifica che lo spazio web sia in grado di far funzionare correttamente Joomla!. Se tutto è segnato in verde vuol dire che non ci sono problemi, quindi si può cliccare su Avanti e proseguire.

Installazione Joomla - Fase 2

Se compaiono delle scritte in rosso nel box superiore è necessario risolvere il problema prima di proseguire, in caso contrario l’installazione potrebbe non giungere correttamente al termine, oppure potrebbe essere necessario adoperarsi dopo l’installazione per risolvere il problema. 
Il problema più comune è il file configuration.php che risulta non scrivibile, nel qual caso è possibile agire, tramite Ftp, sui permessi dei file. Usando Filezilla clicchiamo col testo destro sul file e selezioniamo Attributi File. Per rendere scrivibile un file dobbiamo portate il valore a 777, ma al termine dell’installazione dobbiamo riportarlo al corretto valore, cioè 644. 
Oppure, poiché al termine dell’installazione viene mostrato a video il contenuto del file in questione, basterà copiarlo e incollarlo in un file che rinomineremo configuration.php e che caricheremo nello spazio web, nella cartella principale (root) di Joomla!, risolvendo così il problema. 
Se procediamo ad una modifica dei permessi non c’è alcun bisogno di uscire dall’installazione, basta, dopo la modifica, premere Controlla di nuovo
 
Il box inferiore, invece, è relativo alle impostazioni raccomandate per il Php. Nel caso vi fossero voci in rosso l’installazione si completerà ugualmente, però la sicurezza di Joomla! sarebbe ridotta. In sostanza sono avvertimenti che si possono risolvere in seguito, e comunque non incidono sul normale funzionamento di Joomla!, ma solo sulla sicurezza del sito. 
Nel nostro caso abbiamo i parametri Display Errors e Output Buffering posti ad On, ma dovrebbero essere ad Off. Non incidono sull’installazione di Joomla!, e comunque possono essere modificati in seguito agendo sul file .htaccess oppure nel php.ini
 
Cliccando su Avanti raggiungiamo la terza schermata dove viene visualizzata la licenza di Joomla!, che ovviamente deve essere accettata per poter proseguire. Nello specifico si tratta di una GNU GPL.  


Installazione Joomla - Licenza

Clicchiamo di nuovo su Avanti per giungere alla quarta schermata dove dobbiamo inserire i dati del database, forniti dall’hosting al momento della creazione del database. 
Questa pagina è la più importante dell’intera fase di installazione, ed è dove è più probabile commettere errori. E’ qui infatti che si istruisce il programma su come configurare il database e consentire a Joomla! di collegarsi ad esso, laddove il database è il cuore del sito, cioè dove materialmente sono conservati i contenuti. 
 
I dati da inserire sono: 
- tipo database: in genere MySql, ma ovviamente dipende dall’hosting; 
- nome host: il nome dell’host sul quale risiede il vostro server, generalmente è localhost, ma dipende dall’hosting; 
- nome utente: il nome utente per l’accesso al vostro database, fornito al momento della creazione del database; 
- password: la password di accesso al database, se ne è stata creata una, in quanto normalmente MySql non richiede una password, ma è consigliato usarla per aumentare la sicurezza del sito; 
- nome database: il nome del vostro database (in genere my_nick); 
- prefisso tabelle: il prefisso che viene aggiunto a tutte le tabelle del database. 
 
Le nuove versioni di Joomla! (dalla 1.6) generano un prefisso casuale per aumentare la sicurezza del sito. Infatti molti script utilizzati dagli hacker per prendere il controllo di un sito Joomla! sono scritti presupponendo il prefisso di default che nelle vecchie versioni di Joomla! era jos_. Quindi, anche se è possibile utilizzare un qualsiasi prefisso, purchè costituito da tre o quattro caratteri alfanumerici e terminante con il segno _ (underscore o trattino basso), conviene non utilizzare il vecchio prefisso predefinito, cioè jos_
 
Nel caso avessimo installato due versioni di Joomla! sul nostro spazio web, ovviamente in due cartelle diverse, dobbiamo necessariamente avere due tabelle diverse per far funzionare i due siti, altrimenti le voci delle tabelle si sovrapporrebbero, oppure prefissi differenti per i due siti. 
L’ultimo parametro consente di scegliere se salvare le tabelle precedenti, nel caso si vogliano recuperare dati da una precedente installazione di un cms, oppure eliminarle.  


Installazione Joomla - Configurazione database

Cliccando su Avanti proseguiamo con la configurazione dell’Ftp. 
La configurazione dell’Ftp nella maggior parte dei casi, come per Altervista, non occorre, per cui si può anche saltare cliccando su Avanti. E’ invece necessaria se l’hosting presenta delle restrizione relative ai permessi del file system, come ad esempio in spazi web tipo 000webhost. In tal caso si dovranno inserire i dati per l’accesso via Ftp allo spazio web, cioè gli stessi dati inseriti nel programma Ftp. In tal modo sarà possibile installare estensioni anche in spazi web con limitazioni, in pratica quelli sprovvisti di modulo suPhp o simili. Dovremo, quindi, inserire nome utente e password e poi cliccare su Trova automaticamente il percorso FTP


Installazione di Joomla - Configurazione Ftp

Teniamo presente, comunque, che questi parametri possono essere configurati anche in un secondo momento, direttamente dal pannello di controllo, nel caso si rendesse necessario. C’è da aggiungere, però, che uno spazio web che richiede tale tipo di configurazione non si può ritenere del tutto adatto al funzionamento di Joomla!. 
 
La fase successiva è quella della Configurazione principale, nella quale ci viene richiesto di inserire il Nome sito, cioè quello che sarà mostrato in homepage, la mail dell’amministratore del sito, e quindi scegliere la password che, in aggiunta al Nome utente di default (cioè admin), ci consentirà di accedere al pannello di amministrazione di Joomla!. Ovviamente è assolutamente raccomandato scegliere una password complessa, e modificare subito la user di default dall’apposita sezione del pannello di controllo del sito, appena completata l’installazione. 


Installazione Joomla - Configurazione principale

Opzionalmente è anche possibile inserire i meta tag generali dal sito. 
Nel caso fossimo ancora alle prime armi con Joomla! conviene caricare i dati di esempio selezionando l’apposita voce e cliccando sul bottone Installa dati di esempio (questa operazione va eseguita prima di cliccare su Avanti). Attendiamo qualche istante e verrà data la conferma della corretta installazione di questi dati. 


Installazione dati di esempio

Questa opzione consente di avere un sito già con dei contenuti di esempio, in modo da poter comprendere più facilmente il funzionamento di Joomla!. Questi dati, ovviamente, sono sempre modificabili e cancellabili in un secondo momento, per cui la loro installazione non pregiudica alcunché. 
 
Clicchiamo infine su Avanti e, se tutto è stato eseguito correttamente, riceveremo l’avviso della corretta installazione di Joomla!. 


Installazione Joomla - Conclusione

In questa schermata vi è anche l’avviso di rimuovere la cartella INSTALLATION prima di accedere al sito, e questo è per motivi di sicurezza, poiché in quella cartella sono presenti dati che potrebbero essere usati per danneggiare il sito. In realtà potrebbe essere più utile copiare tale cartella sul nostro computer, proprio per mantenere quei dati, prima di eliminarla dallo spazio web. 
Cliccando sul pulsante Elimina la cartella installation, procederà in tal senso direttamente il programma. Si tratta di un passo necessario, altrimenti il sistema non prosegue. 
Nella schermata viene visualizzata anche il nome utente dell’amministratore, cioè admin, che è ovviamente modificabile dal pannello di amministrazione. 


Il sito
Completata l’installazione possiamo accedere alla parte pubblica del sito, cliccando su Sito, oppure al pannello di amministrazione, cliccando su Pannello amministrativo.

sito-amministr

Questo di seguito è il sito Joomla! con il suo template di default, la classica pagina iniziale (prima pagina, home page o anche front end) nel caso avessimo scelto di caricare i dati di esempio. Nel caso specifico sono evidenziati gli elementi principali. 


Home page del sito

Mentre questo di seguito è il pannello di amministrazione (o back end), da dove si gestisce l’intero sito. 


Pannello amministrativo

Per giungere a questo pannello dal sito occorre cliccare sulla voce del menu principale, sulla sinistra, Amministrazione, ed inserire la user e la password per entrare. 
Nel caso non avessimo caricato i dati di esempio il sito non avrebbe il link al pannello di amministrazione, quindi per raggiungerlo dovremmo digitare la seguente Url nella barra degli indirizzi del browser 

http://miosito.est/administrator/
I primi aiuti si possono trovare direttamente nel sito, partendo dai Link web nella Home page, oppure i News feed, ed infine dal menu Aiuto all’interno del pannello di amministrazione. 

La principale risorsa di riferimento è ovviamente il sito Joomla.org